Esordio amaro a Sarzana

Il ritorno ufficiale all'hockey giocato non è positivo per la GDS Impianti che nella prima gara del campionato di serie A1 è impegnato sulla pista del Sarzana Hockey, formazione che già in precampionato ha dimostrato di poter puntare ben più in alto della semplice salvezza, e comunque, come in passato, ha dimostrato che sulla sua pista tutte possono perdere, Forte dei Marmi compreso. Per contro il nuovo mister rossoblu, Alberto Orlandi non può contare sulla sua migliore formazione oltre al fatto che giocare sulla pista del "vecchio mercato", al di sotto delle misure minime standards, non ne è mai agevole per nessuno e in particolare chi come il Forte ha necessità di spazi per impostare le sue manovre. Inoltre mister Bertolucci ha impostato una gara dai ritmi insostenibili con un pressing sull'attacco che imbriglia gli uomini migliori del Forte. In questo modo il Credit Agricole mette in difficoltà i rossoblu costretti a bloccare in ogni modo le azioni di rimessa dei padroni di casa che alla fine trovano un rigore pesante. Si appresta a batterlo Galbas, ma il suo tiro è neutralizzato. Il gol del Sarzana arriva comunque poco dopo, con De Rinaldis, che sfrutta a meglio la superiorità domestica e segna per l 1-0. Il raddoppio porta ancora la firma dell'ex lodigiano, ancora con una deviazione sotto porta stavolta su un tiro dalla distanza di Ipinazar. Chiuso il primo tempo sul 2-0 la ripresa si apre con un Forte forzatamente alla ricerca del gol. L'occasione ce l'ha Casas su tiro di prima dopo l'espulsione di Galbas per un fallo da dietro su Ambrosio. La conclusione di Casas è fermata da Corona che poi, in inferiorità numerica, nulla può sull'ottimo scambio della GDS che si chiude con la rete di Xavi Rubio. Purtroppo però la rincorsa del Forte dei Marmi si perde qui mentre i padroni di casa concretizzano la vittoria con la rete del 3-1 di Ipinazar che finalizza alle spalle di Gnata la punizione di prima concessa dopo il 10 fallo dei rossoblu. 

I rossoblu steccano alla prima

Rivedi le azioni principali con il commento finale dei due protagonisti Ipinazar e De Rinaldis o tutta la partita (inizia dopo 60 minuti dalla sigla)